DAL 1 FEBBRAIO SI ALLE GARE GIOVANILI E FEDERALI

Con la prima circolare dell’anno 2021 la Federazione Italiana Golf ha sciolto i dubbi circa la ripartenza delle gare federali. Con le procedure per la ripresa delle attività agonistiche federali (che alleghiamo integralmente) a partire dal 1 febbraio sarà permesso svolgere, in ottemperanza di tutti i regolamenti federali, delle normative nazionali e delle procedure operative indicate nella suddetta informativa, eventi e competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale. Per questo motivo a far data dal 1 febbraio sul sito del Coni verranno pubblicate le gare che rientrano nei parametri tra cui anche i Trofei giovanili nazionali Teodoro Soldati Pinocchio sul Green e Saranno Famosi. Sempre nella circolare si precisa che per partecipare tutti gli atleti dovranno essere in possesso di Certificato medico di idoneità sportiva Agonistico in corso di validità.Si precisa che in base alla circolare del Ministro della Salute del 13 gennaio 2021, la positività al Covid,a prescindere dalla gravità del quadro clinico, rappresenta motivo di interruzione della validità del certificato agonistico.
Si invitano pertanto tutti i giovani che vorranno partecipare alla prima gara del Trofeo Giovanile under 18 Teodoro Soldati Pinocchio sul Green del 7 febbraio al Golf Club Toscana di organizzarsi in tempo per adempiere alle richieste necessarie per partecipare.
Il Comitato Regionale nella persona di Massimiliano Schneck 345 7781313 si rende disponibile per ulteriori informazioni e chiarimenti in merito.
Procedure per la ripresa delle Attività Federali

UN NUOVO MAESTRO AL GOLF TIRRENIA: PAOLO SCALABRINO

Il Golf Club Tirrenia avrà un nuovo maestro dal primo febbraio: Paolo Scalabrino affiancherà Massimo Mulas e sarà il responsabile del Club dei giovani realizzato dalla collaborazione fra Golf Club Tirrenia e Cosmopolitan Golf&Country Club, i due circoli confinanti che hanno unito le loro forze per realizzare un polo golfistico dotato di 27 buche e rilanciare l’attività giovanile nelle province di Pisa e Livorno. “Sono rimasto affascinato dal progetto presentatomi da Florian Lushaj, il direttore del Golf Club Tirrenia – spiega Scalabrino -. Abbiamo l’obiettivo di formare un unico Club dei giovani insieme al Cosmopolitan e io porterò la mia esperienza di responsabile dell’attività giovanile maturata nei sei anni di lavoro a Monticello: avevamo 15 agonisti e circa 60 ragazzi dediti all’attività ludico-sportiva”.
Scalabrino collaborerà con Francesco Mainardi e Tommaso Perrino, i due maestri del Cosmopolitan. “Li conosco entrambi, sono molto amico di Tommaso: siamo diventati maestri nel 2008. Per raggiungere questo traguardo ci siamo allenati insieme e ci siamo stimolati a vicenda: abbiano fatto i giri al Golf Club Nazionale di Sutri e ce l’abbiamo fatta entrambi. Ora dobbiamo avvicinare i giovanissimi con corsi appositi, per quanto riguarda l’agonismo dobbiamo cambiare mentalità. Se il golf è visto come un passatempo allora possiamo creare anche ottimi giocatori di circolo, se invece affrontiamo il golf come uno sport allora dobbiamo formare agonisti. Nel nostro lavoro sarà indispensabile la collaborazione e la disponibilità dei genitori dei ragazzi che parteciperanno ai corsi”.
Per Paolo Scalabrino il nuovo lavoro a Tirrenia rappresenta anche un ritorno a casa, o quasi. Scalabrino, 42 anni, è di Montecatini Terme e ha iniziato a giocare a golf a 16 anni, dopo essersi dedicato al basket. “Nel giro di poco tempo ho raggiunto un handicap basso, poi ho rallentato perché ho iniziato l’università e mi sono laureato in Economia e commercio. Dopo la laurea ho ripreso a giocare e nel 2008, al primo tentativo, sono diventato professionista superando la prova federale a Sutri. Ho frequentato subito la Golf School Zappa, poi ho lavorato per due anni a Lecco”. Scalabrino ha provato a insegnare anche in Toscana. “Prima a Vicopelago, poi all’Abbadia, a Bellosguardo e a Quarrata, ma senza mai mettere le radici”.
Nel 2014 è arrivato il trasferimento al Golf Club Monticello di Casina Rizzardi (Como), dotato di ben 36 buche e all’avanguardia nell’attività giovanile. “E’ stato un salto notevole, il circolo è grande e bello, ho avuto l’opportunità di lavorare a stretto contatto con grandi maestri e in particolare con un professionista del calibro di Alberto Binaghi. Ho visto allenarsi Manassero, Paratore, Bertasio e Migliozzi e ho lavorato molto con i giovani. Ora, nel mio nuovo incarico a Tirrenia, spero di trasmettere quello che ho imparato in questi ultimi sei anni”.
Simone Nozzoli
Toscana.golf

IMPEGNATI NEL VERDE- RICONOSCIMENTO A BELLOSGUARDO, UGOLINO E TIRRENIA

Tre circoli toscani hanno ottenuto il riconoscimento ambientale “Impegnati nel Verde”, organizzato dalla Federazione italiana golf con il sostegno del Credito Sportivo. Bellosguardo, Tirrenia e Ugolino saranno premiati sabato 19 dicembre, alle ore 15 presso la club house del Circolo Golf Ugolino Firenze, dal Presidente del comitato regionale Toscano della Fig Andrea Scapuzzi. Ogni anno “Impegnati nel Verde” intende premiare i circoli di golf che hanno saputo proporre tecnologie, metodologie, progettazioni e gestioni in grado di sviluppare un netto miglioramento ambientale e un approccio responsabile nell’utilizzo delle risorse naturali. Sono cinque le categorie per le quali è previsto il riconoscimento: Acqua, Biodiversità, Paesaggio, Energia e Patrimonio storico, artistico e culturale. I premi sono assegnati da un Comitato Tecnico Scientifico (CTS) composto da cinque docenti universitari, che verifica il lavoro svolto dai circoli. Il Golf Club Bellosguardo Vinci e il Golf Club Tirrenia riceveranno il riconoscimento per la categoria Patrimonio culturale, che si caratterizza per vari aspetti: raccolta e divulgazione di informazioni e documentazioni (come topografie storiche, mappe, antiche stampe) riguardanti il contesto storico e culturale in cui è inserito il circolo; attività volta a favorire la continuazione delle tradizioni locali, incluse quelle agro-zootecniche; recupero e ripristino di manufatti storici presenti all’interno o all’esterno della proprietà; tutela di manufatti storici presenti all’interno della proprietà; conservazione di collezioni che abbiano un riconosciuto interesse culturale; organizzazione su base regolare, all’interno della proprietà, di mostre ed eventi a carattere culturale. Il Golf Club Bellosguardo Vinci, che riceverà questo riconoscimento per la prima volta, sarà premiato per Discover Leonardo, il percorso alla scoperta della vita e le opere di Leonardo da Vinci insieme alla mostra permanente delle macchine da guerra e delle invenzioni del suo genio. E’ stata un’iniziativa fortemente voluta da Cristina Carmignani, vicepresidente del circolo, e che si sostanzia anche in riferimenti leonardeschi su ognuna delle 9 buche del percorso. Per il Golf Club Tirrenia si tratta invece del secondo premio dopo quello ottenuto nel 2018 nella categoria Biodiversità per le azioni volte a diffondere la cultura ambientale che lega il golf alla natura. Stavolta il circolo presieduto da Romolo Berti vedrà riconosciuto il suo impegno nella realizzazione di un percorso naturalistico dentro il circolo di golf, all’interno del Parco Naturale più grande della Toscana: quello di San Rossore, Migliarino e Massaciuccoli. Questa iniziativa è stata accompagnata anche dalla pubblicazione del libretto “Il sentiero nel bosco” di Pacini Editore.
Il Circolo Golf Ugolino, infine, sarà premiato per la categoria Biodiversità. Si tratta del terzo riconoscimento del prestigioso circolo fiorentino, dopo quelli ricevuti nel 2016 (Paesaggio) e nel 2018 (Patrimonio culturale). La classificazione del ricco e variegato patrimonio arboreo (oltre 3600 alberi) con la compensazione di nuove piante al posto di quelle malate e abbattute e l’incremento delle aree a bassa manutenzione con incremento della biodiversità sia animale che vegetale (con il rough lasciato crescere alto) sono i principali elementi che hanno motivato il premio al club presieduto da Camilla Tolomei.
Toscana.Golf
Simone Nozzoli

Il Golf Club Valdichiana festeggia il successo di Andrea Martini per la Qualifying School dell’Alps Tour

Un tributo da tutto il circolo senese del Valdichiana per la grande prova del giovane Andrea Martini, che oggi 19 novembre 2020 ha ottenuto la Qualifying School dell’Alps Tour, che dopo otto anni lascia Spagna e si trasferisce in Italia e precisamente nel Lazio. Il torneo ha visto impegnati 144 giocatori in rappresentanza di 18 nazioni, tra le quali Stati Uniti, Nuova Zelanda, Australia e 43 italiani, tra cui il 24nne aretino Andrea Martini, che grazie a questa importante performance metterà le basi per il golf professionistico internazionale. Dodicesimo in classifica, migliore italiano insieme al professionista Federico Zucchetti, ottenendo la “carta 6”, che dà diritto a partecipare a tutti i tornei del circuito Alps Tour, con gare in Europa e in Egitto. In totale sono diciannove i giocatori italiani che hanno ottenuto la “carta” per l’Alps Tour 2021 nella finale della Qualifying School che si è svolta sui due percorsi del Golf Nazionale, a Sutri (VT), e del Terre dei Consoli GC, a Monterosi (VT), entrambi par 72. Il risultato di Andrea Martini è motivo di grande soddisfazione anche per tutta Federgolf Toscana a cui vanno le congratulazione del Presidente Andrea Scapuzzi, per la crescita dei talenti azzurri nel panorama golfistico mondiale. “Andrea Martini, golfista mancino dotato di grande potenza, masticando golf in famiglia, dato che anche il padre Carlo ne è appassionato, tirando i suoi primi colpi sin da bambino all’età di cinque anni, instancabile, sempre sorridente, ma sopratutto il suo successo è frutto non solo di passione ma di un duro e costante lavoro che oggi lo vede premiato con la carta 6 dell’Alps Tour che gli consentirà di giocare sia da dilettante che da professionista; un risultato che ci riempie di grande orgoglio – ha dichiarato Marco Iannucci Presidente del Golf Club Valdichiana”.

19.11.20 Prisca Mencacci, Ufficio Stampa Federgolf Toscana

I VINCITORI DEL CAMPIONATO TOSCANO GIOVANILE MATCH PLAY

Al Golf Club Toscana di Gavorrano sono stati assegnati i sei titoli toscani del campionato giovanile match play. Al termine di due giornate di gare il Circolo Golf Ugolino Firenze festeggia ben tre successi, uno ciascuno il Golf Bellosguardo, Le Pavoniere Prato e il Castelfalfi Golf Club.Lorenzo Rossetti del Golf Club Bellosguardo Vinci ha vinto nel tabellone under 16 superando a fatica solo all’ultima buca il più giovane Matteo Gino Sasdelli (Castelfalfi). Nell’under 14 Edoardo Zamerri (Ugolino) ha prima battuto nettamente Andrea Artusini (8/7) e poi in finale ha superato (3/2) Luca Rimauro del Casentino Golf Club Arezzo. Nell’under 12, infine, Pietro Imperlati (Ugolino) ha dato vita alla sfida con l’ormai tradizionale rivale-amico Paolo Perrino (Castelfalfi) e l’ha vinta alla diciottesima buca. I due in semifinale avevano superato rispettivamente Duccio Vanni e Daniel Corapi (Castelfalfi).In campo femminile Martina Cacciamani (Pavoniere) ha superato per 6/5 Virginia Benocci (Ugolino) nella finale under 16, mentre fra le under 14 Alessia Lucci (Ugolino) ha avuto la meglio per 4/2 su Costanza Franzinelli Socini (Castelfalfi), che aveva eliminato in semifinale la sorella Ottavia alla prima buca di spareggio. Sempre alla diciannovesima buca è stato assegnato il titolo under 12 con la piccola Viola Guerrini (Castelfalfi) vincitrice su Guendalina Faggi (Quarrata).
Toscana.Golf
Simone Nozzoli
Tabellone Match Play Maschile Camp. Toscano Giovanile 2020_FINALE





I VINCITORI DEL RANKING REGIONALE SARANNO FAMOSI

Come previsto dal Manuale Azzurro le gare del Circuito regionale under 14 Saranno Famosi prevedevano un ranking a punti in base alla posizione in classifica nelle singole gare.La gara finale del Montelupo Golf del 1 novembre considerata la finale del circuito assegnava i punti come da tabella ma moltiplicati per 1,5. Ai vincitori delle rispettive categorie verranno riconosciuti alla data del 30 novembre importanti bonus per l’ordine di merito (4 punti) ed anche la qualifica di Brevetto Giovanile.A conclusione delle cinque tappe il ranking è stato vinto da:
Maschile
1° Under 14 Luca Rimauro 510 pt.
1° Under 12 Pietro Imperlati 525 pt.
Femminile
1° Under 14 Virginia Benocci 453 pt.
1° Under 12 Guendalina Faggi 540 pt.
Un sentito ringraziamento per aver collaborato alla stesura del ranking a Marta Venturi.
RANKING SARANNO FAMOSI 2020 FINALE

IL LUPO D’ORO 2020 A MONTELUPO VINCONO FEDERICO CAPANNI ED EMMA LUNDGREN

Federico Capanni (al centro nella foto, con la maglia blu) ha vinto il Lupo d’Oro by Tinghi Motors, la gara nazionale Fig organizzata dal Montelupo Golf Club. Il 17enne dell’Ugolino ha concluso le due giornate con 140 colpi e ha preceduto di una sola lunghezza Luca Pederzolli (Madonna di Campiglio), autore di una grande rimonta, e il compagno di circolo Edoardo Zamerri. Capanni aveva concluso a 68 il primo giro, tormentato dalla pioggia, a un colpo dal leader Guido Ciari (Montelupo) che aveva girato sotto al par del campo (-1) e alla pari con il sorprendente Andrea Artusini (Bellosguardo). Nella seconda giornata Ciari e Artusini hanno perso contatto con la parte alta della classifica e a Capanni è bastato chiudere in 72 (+4) per controllare il recupero di Pederzolli, autore del miglior score della domenica (69). Nella classifica pareggiata il beniamino di casa Pietro Imperlati, anche lui dell’Ugolino, si è imposto con 135 colpi, seguito a 137 da Matteo Gino Sasdelli (Castelfalfi).
Il Lupo d’Oro femminile è stato vinto da Emma Lundgren (Villa Condulmer), che ha visto premiata la sua regolarità: 70 colpi il primo giro e 69 il secondo (totale 139, +3). La dodicenne versiliese Matilde Andreozzi (Castelgandolfo) dopo l’ottimo 70 ha perso 4 colpi rispetto alla rivale (143, +7) e si è dovuta accontentare del secondo posto. Alessia Lucci (Ugolino) con 126 è stata la migliore nella classifica pareggiata.
Simone Nozzoli
Toscana.Golf

LA TOSCANA IN EVIDENZA SU “PROFESSIONE GOLF”

Il numero “estate” di Professione Golf, il periodico trimestrale diretto da Fulvio Golob e di proprietà di Golf e Turismo, ha focalizzato la sua attenzione su tre dei Circoli della nostra regione.
Un grazie al Direttore Fulvio Golob e all’editore del Giornale che ha autorizzato la pubblicazione sul nostro sito.
PUNTA ALA




TIRRENIA


CASTELFALFI


FROSALI E TATTI CAMPIONI TOSCANI 2020

Colpi di scena ed emozioni a non finire nei campionati toscani assoluti-Memorial Stefano Esente al Circolo Golf Ugolino, con due vincitori a sorpresa: Augusto Frosali ed Emma Tatti. Frosali, “Gugo” per gli amici dell’Ugolino, a 44 anni ha giocato un golf perfetto con i due migliori risultati in entrambe le giornate di gara: primo giro in par nel sabato soleggiato e appena 70 colpi (-2) nella fredda domenica conclusiva per conquistare il suo secondo titolo assoluto, dopo quello firmato nel lontano 2001. “Era la mia prima gara dell’anno – ha detto Frosali – e ci tenevo a vincere questa gara dedicata a Stefano Esente, un grande amico di mio padre e una persona molto vicina alla mia famiglia. Due anni fa arrivai secondo sprecando troppo nel finale, oggi finalmente ce l’ho fatta”. Frosali ha iniziato il secondo giro al comando, in team con Federico Capanni (Ugolino) staccato di 2 colpi e Niccolò Caucia (Punta Ala) a 3 colpi di distanza e ha addirittura aumentato il suo vantaggio su Capanni (+7) e Caucia (+8). “Non ho avvertito alcuna pressione, ho giocato sciolto e anche meglio di sabato, ho tirato sempre dritto e quando mi sono trovato in difficoltà ho sempre estratto qualche colpo decisivo dal cilindro. Ma non pensavo certo che avrei vinto con uno score migliore del 2001: allora giocai 69-75, con 2 colpi in più”. Il neo campione toscano assoluto ora è pronto ad affrontare il Giglio d’Oro, la prestigiosa gara a coppie vinta 5 volte, 4 delle quali con Marco Scarpa, vicepresidentre dell’Ugolino. “Ma è mio padre Giovanni “Johnny” Frosali il detentore del record di successi nel Giglio d’Oro: 8 e 5 proprio con Stefano Esente”.

La 16enne pratese Emma Tatti, tesserata per Le Pavoniere Prato, ha invece superato la resistenza di Camilla Tolomei, campionessa in carica, solo alla quinta buca di spareggio. Le due giocatrici avevano concluso a pari merito (159 colpi) le due giornate di gara: Tolomei era stata la migliore sabato con 79, seguita a 80 da Tatti, che domenica ha chiuso in 79 contro gli 80 della presidente dell’Ugolino, reduce dalla due giorni per il campionato italiano Agis A1 a squadre a Bergamo, dove è risultata la migliore giocatrice del torneo. Le due sfidanti hanno ripetuto due volte le buche 10 e 12 e al terzo spareggio sulla 10 Camilla Tolomei ha fatto bogey, mentre Emma Tatti ha chiuso in par vincendo anche il titolo regionale assoluto femminile.
Toscana.Golf
Simone Nozzoli

Massimo Cozzi vince il Trofeo Lazzeroni

Emozioni a non finire nella undicesima edizione del Trofeo Memorial Luca Lazzeroni, organizzata all’Argentario Golf Club da Mariella Cerboneschi Lazzeroni. La gara nazionale, disputata su 36 buche medal nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 settembre, è stata vinta da Massimo Cozzi, 45enne golfista di Grosseto e giocatore di punta del circolo di Porto Ercole, alla seconda buca di spareggio. Cozzi aveva concluso la gara con 146 colpi (71-75) alla pari con Odin Urso (Saturnia) e il giovanissimo Giacomo Comerio (Asiago). I tre si sono sfidati nello spareggio sulla buca 1 e Comerio è stato eliminato a causa di un bogey, mentre i suoi avversari hanno chiuso in par. Nel testa a testa, ancora sulla buca 1, Urso ha fatto bogey, mentre Cozzi ha realizzato un altro par e ha vinto con merito la sua seconda gara nazionale, dopo il Fiorino d’Oro conquistato a Poggio dei Medici alcuni anni fa. “Questa è una vittoria particolare per me – ha detto Massimo Cozzi a fine gara -. Il professor Luca Lazzeroni fu la persona che mi accolse nel circolo di Punta Ala quando cominciai a giocare a golf, era un amico per me e mi sono commosso nel vincere la gara dedicata alla sua memoria”. Oltre ai premi tradizionali, Cozzi ha ricevuto la giacca verde, simbolo di questo successo come accade nell’Augusta Masters. Mariella Cerboneschi Lazzeroni e la figlia Lucrezia hanno inoltre messo in palio alcune opere del pittore perugino Fausto Minestrini. I giovani golfisti, infine, sono stati i protagonisti nella classifica del netto: Riccardo Romano (Parco di Roma) ha vinto con 140 colpi, uno in meno di Leonardo Giuliattini (Ugolino Firenze).
Simone Nozzoli
Toscana.Golf